Come capire se un Vino è buono prima di berlo?

Come capire se un Vino è buono prima di berlo?

Come si fa il Vino , Conoscere il territorio attraverso il Vino , Cultura del Vino , Curiosità sul Vino , Degustazione Vini 🕔ottobre 10, 2017 0 commenti

Quali sono le caratteristiche di un buon vino?

Anzi, di un vino di livello?

Beh il vino è un prodotto della terra quindi deve avere alcune peculiarità precise. Partiamo dagli eventi naturali.

Terra

La quintessenza del grande vino. L’equazione è ottimo terreno, ottimo vino.

Come per le vostre piante da giardino: areato, poroso ma non troppo, l’acqua non deve ristagnare, più che nero o completamento scuro, direi un bel marrone autunnale; vivo, vero, reale e sincero, deve essere brulicante di vita.

Aria

Giusta esposizione ai venti, i vini sui versanti collinari ben esposti offrono un prodotto più stabile, longevo, destinato ad invecchiare, asciutto, dal sapore inconfondibile.

Acqua

La vicinanza del mare, può fare la differenza, da quella marcia in più, quella sapidità, cioè quella sensazione quasi di salato che deve lambire il palato, prepararlo per il successivo bicchiere ma non persistere o tendere all’amaro.

Una salsedine che deve essere leggera come brezza.

Fuoco

Alcolicità. Non una fiamma che bruci l’ugola o lo stomaco, un calore che subito venga riassorbito dalla bocca o che esploda per qualche frazione di secondo per liberare i sentori terziari. Infine, l’ultima  imprenscindibile caratteristica è il ricordo.

Tutte queste sensazioni devono essere avvertite in simultaneità , una dopo l’altra per poi culminare in cosa?

Nell’affondo della memoria,un ricordo fatto di sensazioni di piacevolezza, abbandono, immersione. Tutto il contrario di stordimento, nausea, amarezza.

Un grande vino , ti seduce con la lucentezza dei suoi colori, frutto della terra; sprigiona profumi da natura viva, quasi come se ci trovassimo innanzi alla Venere del Botticelli: fiori, colori, profumi, frutti; avvolge il palato come un guanto immergendoti nell’esplosione dei ricordi.

Un grande vino è sempre meditativo perché è il riflesso di un amore meditato: quello del vignaiolo per il suo prodotto e della terra per i suoi figli.

Informazioni sull'autore

Chi ha scritto questo articolo

Scrivi un Commento

Unisciti alla conversazione

Club del Vino
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: