Vino nelle reti sociali - consigli su instagram

Studente di enologia all’università di Pisa, 21 anni e fondatore di @italian_wines, un portale su Instagram dedicato ai vini italiani

Mi occupo della gestione di account su Instagram da un po’ di anni: in particolare con @italianlandscapes da 3 anni e @italian_wines da 2.

Ho avviato negli anni alcune campagne con diversi brand del vino, della ristorazione e dei viaggi.

Al momento @italianlandscapes è seguita da circa 144 mila persone mentre @italian_wines da 31 mila.

In questo articolo proporrò 5 consigli che possono tornare utili per chi vuole sviluppare un buon seguito per la propria attività o anche solo per il proprio account privato su Instagram.

Prima di questo inserirò però 2 consigli legati nello specifico agli account che trattano di vino su Instagram e in particolare sul tema degli “Influencer”.

Ci tengo a precisare che queste non saranno “regole universali” da seguire, ma semplicemente consigli tecnici e accurati basati su dei dati analizzati e sulla mia esperienza personale.

Diamo prima 2 Consigli sul Vino e su Instagram

 

  • 1° Consiglio: Non puntare esclusivamente a diventare un “influencer”

Quando io ho iniziato a trattare di vino su Instagram eravamo in Italia forse 5 o 6 persone.

 

follow instagram

 

Adesso spuntano nuove persone ogni giorno ed è un bene perché Instagram è una piattaforma che ci permette di entrare in contatto e di condividere le nostre passioni e opinioni sul vino.

Fra le tante persone che spuntano ogni giorno con account legati al vino molti di loro sembra (ed è chiaro da come operano) che lo facciano solo perché adesso sta diventando una moda e vogliono approfittarne solo per trarne guadagno.

Tale approccio è ovviamente sbagliato per cui il consiglio che do è quello di cominciare a condividere le proprie esperienze sul vino senza prefiggersi come unico obiettivo quello di diventare un “influencer”.

Se si fanno le cose per bene e con attenzione poi verranno tutti i benefici che ne derivano, ma fare le cose esclusivamente per moda e per lucrarci sopra non porterà mai da nessuna parte.

 

  • 2° Consiglio: usa hashtag adatti e specifici

Inutile usare hashtag generalisti e usati da milioni e milioni di persone (es. #travel, #love, #like).

Questo tipo di hashtag non ti permettono di raggiungere le persone alle quali intendi rivolgerti riguardo il tuo settore, il vino nel nostro caso.

Per cui consiglio di usare hashtag adatti ai cosidetti “winelovers”: #vino, #italianwine, #winetasting, #redwine, #winelover, #vinho.

Questi sono solo alcuni degli hashtag legati a questo mondo e sono molto utilizzati e soprattutto osservati dagli utenti amanti del vino.

In questo caso potrai farti notare e seguire da gente che opera o che semplicemente è interessata al settore del vino

 


Leggi anche: Come fare il vino dolce


Consigli Generali per utenti che non trattano di vino

Passiamo adesso a dei consigli più generali legati a qualunque persona che voglia aumentare il proprio seguito su Instagram.

 

1° Consiglio: Non comprarti Followers

 

 

 

I followers che compri attraverso i numerosi siti “specializzati” non sono persone reali (nonostante alcuni programmi assicurino ciò) per cui non interagiranno con il tuo profilo e anzi, smetteranno di seguirti dopo breve tempo.

 

2° Consiglio: Non Comprarti i “Like”

 

 

Instagram ha sviluppato negli anni un algoritmo molto sofisticato che tende a rilevare quando un utente raggiunge un numero sproporzionato di like o followers nel giro di breve tempo, per cui nel migliore dei casi lo penalizzerà (non sarai visibile ne consigliato alla maggior parte dei profili) e nel peggiore dei casi chiuderà direttamente l’account.

 

like nei social media

 

 


leggi anche: Come identificare un Vino Riserva e d’Annata ?


3° Consiglio: Pubblica Contenuti di Qualità

 

Cantina Antinori

 

 

 

Tutto i contenuti che pubblichi dovranno essere originali e di qualità.

Nel pratico dovrai pubblicare foto nitide e in alta definizione (quindi non usare la fotocamera dell’app di Instagram, che diversamente da quello che si pensa ha una risoluzione minore rispetto a quella del normale smartphone).

L’argomento trattato nella foto dovrà inoltre essere presentato nella descrizione in maniera accurata, ma allo stesso tempo sintetica.

Bisogna avere perseveranza anche sulle pubblicazioni delle foto: dovrai cercare di pubblicarne almeno 1 al giorno per avere una crescita costante.

 

4° Consiglio: Cerca i tuoi “Simili”

 

 

fotocamera instagram

 

A seconda del tema che vorrai trattare inizia a seguire altri account a te “affini” e inizia a mettere like alle foto contenenti hashtag dell’argomento di cui parli.

In questo modo ti farai notare e seguire da più persone e lo stesso algoritmo di Instagram ti premierà consigliandoti a tua volta alle persone interessate al tuo argomento.

 

5° Consiglio: Cerca di essere unico

Per unico intendo possibilmente uno dei primi a trattare un determinato tema, per esempio aprire adesso un profilo sulla moda o sul food sarebbe molto difficile da far emergere vista l’enorme presenza sul campo già di molti account.

Nonostante ciò se il tema di cui vorrai trattare è uno fra i già affermati puoi sempre distinguerti utilizzando un linguaggio e soprattutto uno stile tutto tuo, inventandoti per esempio un format particolare (vedi @kitchensuspension su Instagram).

 

Considerazioni Finali

L’importante è iniziare avendo passione per quello che si fa e per quello che si vuole condividere altrimenti il tutto rimarrà pesante e difficile.

Questi elencati in precedenza sono solo una breve infarinatura del mondo di persone, contenuti e regole che c’è dietro Instagram e per trattarli tutti non basterebbe un libro.

Per chi fosse interessato ad approfondire tali informazioni può contattarmi presso la mia mail quaglierinistefano@gmail.com

 


Leggi anche: DOP – DOC – IGT – IGP: quali sono le differenze?


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *