Taste Hunter Wine&Food - Wine Blogger&Brand Marketing

«Lavorare e Credere»

La filosofia aziendale della famiglia Pepe 

Cantina

La viticoltura in Campania nel sud Italia è un’arte antica e risale all’insediamento dei primi coloni greci approdati in Italia -lungo la costa, nell’epoca in cui i viaggi e i trasporti marittimi sono stati significativamente più veloci e più economici rispetto a quelli dei primi antichi sistemi stradali. Questo patrimonio può ancora essere scovato nei nomi delle uve e dei vini: l’uva bianca leader della regione è chiamata “Greco” e la principale varietà rossa, Aglianico, si ritiene che debba il suo nome alla variazione della parola “ellenico”. Sant’Angelo all’Esca, dove si trova la “Tenuta Cavalier Pepe”, è un importante centro di viticoltura. I vigneti di proprietà dell’azienda circa 50 ettari si trovano in alcune delle zone più prestigiose della provincia in comuni come Luogosano, Sant’Angelo all’Esca e la stessa Taurasi città che ha dato il suo nome al più grande vino rosso del sud d’Italia. I vig

Vigneti

neti sono coltivati tra i 350 e 550 mt sopra il livello del mare, condizione ideale per le uve della regione, che beneficiano delle fresche temperature notturne che caratterizzano questa zona.Volontà e passione sono le parole che caratterizzano meglio la Tenuta Cavalier Pepe. La Tenuta coltiva le vigne nel più grande rispetto dell’equilibrio naturale del territorio, come un contadino dedica la sua vita alla cura della terra, la Tenuta raccoglie i frutti che la natura gli offre grazie ad un lavoro rispettoso e paziente in vigna.

Vigneti

La Tenuta Cavalier Pepe è gestita da persone audaci, coraggiose, capaci di mettersi in gioco e di aprirsi a nuovi orizzonti. Tutto ciò nel rispetto della tradizione che si amalgama con un concetto di modernità, ma che si fonde soprattutto con il riguardo più totale dell’ambiente. “Dietro ogni impresa di successo c’è qualcuno che ha preso una decisione coraggiosa.”

Hosteria Pepe

La famiglia Pepe è un’antica famiglia irpina che da intere generazioni è impegnata con dedizione nella produzione dei propri vini, commercializzati in Italia e all’estero. Seguendo il proprio intuito e spinto dall’amore per la sua terra, Angelo Pepe ha lavorato per disegnare il futuro della sua famiglia, creando la Tenuta Cavalier Pepe. Oggi la Tenuta, grazie anche alla totale dedizione della figlia Milena dopo la laurea in viticoltura ed enologia in Francia, ed in marketing in Belgio può vantare una produzione di vini di altissima qualità. Dal Belgio a Luogosano; giovane ma determinata, Milena è amministratrice ed enologa della Tenuta Cavalier Pepe.

Milena Pepe

Occhi azzurri, biondi capelli, un’affascinante “R” francese, Milena, figlia del celebre Cavalier Angelo Pepe, non ha certamente l’aspetto della classica donna campana, ma il cuore sì. E l’amore e il rispetto per l’Irpinia, terra che ormai considera come casa, traspaiono nei discorsi appassionati di Milena, e dalle parole in dialetto napoletano che ogni tanto si lascia scappare e che pronuncia sorridendo con accento belga. Lanciata cominciando a vinificare le uve che il padre vendeva alle più famose cantine irpine mentre lui era in Belgio ha creato la sua linea di vini, studiato la legislazione italiana si è affermata dimostrando ottime competenze che gli hanno riconosciuto la carica ufficiale di amministratrice e socia della Tenuta Cavalier Pepe.

Milena Pepe

Giovane pertinace, ha conseguito la laurea in marketing, si è specializzata in vitivinicoltura ed enologia e, forte degli studi effettuati dapprima in Belgio e poi in Borgogna, nel 2005 è voluta tornare in Italia per prendere le redini dell’azienda paterna ed ampliarla, sicché ora conta ben più di quaranta ettari di vigneto e dieci di oliveto. Inizialmente ha dovuto lottare contro i vecchi sistemi produttivi, ma alla fine, grazie alle sue intuizioni ed alla preparazione all’avanguardia conseguita in materia, ha dato vita alla nuova cantina, in territorio di Sant’Angelo all’Esca, dotata di una moderna strumentazione per vinificare ed anche con sala di degustazione ed accoglienza clienti. Milena Pepe, che parla correntemente cinque lingue, partecipa agli eventi annuali promossi dal Movimento Nazionale Turismo del Vino ed alle maggiori fiere sia in Italia che all’estero: Vinitaly, Prowein, Singapore, Cina e paesi del Nord Europa. La cantina è aperta al pubblico tutti i giorni e presso l’attiguo agriturismo La Collina, dalla cui terrazza si gode di un panorama mozzafiato, si possono gustare i piatti della cucina locale, abbinati ai vini dell’azienda.

L’antica Fattoria: La passione che la famiglia Pepe dedica alla ricerca della qualità per la produzione dei propri vini è la stessa che destina all’ospitalità. La Tenuta Cavalier Pepe è un ambiente confortevole, adatto a lunghi soggiorni o a visite di un solo giorno. La missione dell’Azienda è quella di far scoprire agli ospiti i propri vini, la propria storia ed il territorio, avvalendosi di uno staff specializzato che accoglie con cordialità gli enoturisti, coinvolgendoli in una esperienza eno-gastronomica a tutto tondo.Ospitalità nel segno del relax e comfort.

Vigneti

Avvolta nel verde e nel sole la struttura é situata nella zona della bellissima Irpinia, sulle morbide colline della valle del Calore a 500 metri di altezza, dove il panorama permette da subito di vivere un’esperienza unica in ogni stagione. Qui è possibile vivere una vacanza adatta a tutte le esigenze: è possibile muoversi a piedi raggiungendo in soli 500 metri l’azienda vitivinicola “Tenuta Cavalier Pepe”, il rinomato ristorate “La Collina” e visitare i tradizionali borghi della zona.

Angelo e Milena Pepe

Ristorante La Collina: Tra i vigneti dell’azienda Tenuta Cavalier Pepe e il panorama della bellissima zona dell’Irpinia troviamo il ristorante “La Collina”, un’antica masseria ristrutturata. Qui lasciarsi immergere è d’obbligo grazie al panorama che offre piacevoli sorprese in ogni stagione, ma soprattutto grazie all’ottima cucina per la quale vengono scelti solo prodotti di qualità e che rispecchiano fortemente il territorio: la verde Irpinia.

Ristorante la Collina

Vini Cavalier del Pepe: Degni di nota sono il Fiano di Avellino, Greco di Tufo, Coda di Volpe e Aglianico (nelle sue varie denominazioni: Taurasi DOGC, Irpinia Aglianico DOC, Irpinia Rosso DOC, Irpinia Campi Taurasini DOC che fanno tutti parte della gamma aziendale.
L’approccio generale è rimanere fermamente fedeli alla tradizione (non ci sono Cabernet e Chardonnay qui), ma la vinificazione è tutt’altro che statica, le barriques sono utilizzate sia per le selezioni: Brancato-Fiano di Avellino DOCG e Grancare-Greco di Tufo DOCG, sia per i prestigiosi “Opera Mia” Taurasi DOCG e “La Loggia del Cavaliere” Taurasi Riserva DOCG. La direzione è familiare: Milena Pepe, infatti, supervisiona le operazioni in cantina.

La Bottaia

 

ORO SPUMANTE BIANCO DI QUALITA’

È uno spumante molto equilibrato, aromatico, sapido e persistente grazie alla funzione reciproca delle caratteristiche organolettiche delle tre uve bianche autoctone che costituiscono la base del vino.Qui sono state messe alla prova le capacità di esprimersi di fiano e coda di volpe con il metodo di vinificazione Charmat. Il mosto viene fermentato a bassa temperatura per circa 20 giorno, poi spumantizzato in autoclave per 6 mesi. Una volta versato mostra una tecnica esecutiva precisa, ottima spuma con perlage di buona finezza e persistenza, colore paglierino chiaro brillante. Le sensazioni al naso sono piacevoli e rinfrescanti, rimndano note di fiori bianchi e frutta fresca, appena agrumata, su uno sfondo leggero di panificazione. In bocca è speculare, agrumato e fresco, semplice ma molto godibile, con una discreta persistenza e finale di mapo e pompelmo.

Metodo di Spumantizzazione: Charmat.
Vitigni: prodotto da tre uve a bacca bianca autoctona.
Zona di produzione: vigneti di proprietà nel Comune di Luogosano e Sant’Angelo all’Esca
Tipologia di Terreno: argilloso-calcareo – collinari a 350mt/s.l.m. esposti a sud/est.
Vinificazione: Le uve raccolte a giusta maturazione sono pressate intere ed in maniera soffice. Il mosto viene illimpidito a freddo e fermenta a bassa temperatura. Segue una “spumantizzazione” in autoclave per un periodo di 6 mesi.

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE
Colore: giallo paglierino tenue, brillante.
Profumo: delicato e fine con note di lime, acacia, mela verde e pietra bagnata insieme ad un tocco leggero di confetto.
Sapore: elegante ed equilibrato con una piacevole sapidità sul finale, evidente la continuità con il bouquet grazie a note aggrumate e floreali. Perlage molto fine e persistente.

Abbinamenti gastronomici: perfetto come aperitivo in accompagnamento a tapas leggere, fritti misti, crudi di mare o verdure, insalata di pasta o riso. Servire alla temperatura di 6-8°C.

ORO ROSE’ VINO SPUMANTE ROSATO BRUT

Vitigni autoctoni a bacca rossa (100% Aglianico). Le uve vengono raccolte a maturazione e pressate intere in modo soffice. Ad una macerazione a freddo segue la fermentazione alcolica a bassa temperatura. Segue la presa di spuma in serbatoi di acciaio sigillati per almeno due mesi, ottenendo uno spumante.

È uno spumante pieno, aromatico e morbido ideale per gli aperitivi e momenti speciali.

Metodo di Spumantizzazione: Charmat.
Vitigni: Autoctoni a bacca rossa.
Tipologia del terreno: Terreno argilloso-calcareo.
Zona di produzione: Comune di Luogosano.
Vinificazione: Le uve raccolte a giusta maturazione sono pressate intere ed in maniera soffice. Il mosto viene illimpidito a freddo e fermenta a bassa temperatura. Segue una “spumantizzazione” in autoclave per un periodo di almeno 2 mesi.

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE

Colore: rosa corallo.
Profumo: fiori di campo e fragola selvatica Sapore: morbido, equilibrato, dolce sul finale.
Perlage fine e persistente.

Sapore: Morbido, equilibrato e dolce nel finale. Perla fine e persistente.

Abbinamenti enogastronomici: perfetto come aperitivo, si abbina ad antipasti freddi e crudi di terra e di mare. Servire alla temperatura di 5-6°C.

 

Brancato DOCG 100% Fiano di Avellino

Colore giallo paglierino. Al naso ananas, pera, mela, albicocca, mandarino, nocciole e mandorle, poi note di acacia, tiglio, camomilla, muschio e citronella. Cadenze affumicate, sulfuree ed idrocarburiche. Rimandi mentolati e balsamici. Attacco in bocca di un sorso ricco, gioioso, sapido, minerale, strutturato, scorrevole ed elegante. La tattilità riesce a cogliere il giusto equilibrio tra frutto e legno che così si integrano a vicenda. Palato imponente per freschezza, centralità ed ampiezza. Chiusura persistente ed edonistica. Vino che migliorerà per molti anni ancora prima di raggiungere lo zenit. Su tutta la cucina di mare.

Zona di produzione: vigneti situati nella zona collinare del comune di Lapio, area della denominazione del Fiano di Avellino D.O.C.G.

Tipolgia terreno: argilloso – calcareo

Vinificazione: le uve sono raccolte a mano e, dopo un’accurata selezione, macerate a freddo e pressate. Il mosto viene illimpidito a freddo. La fermentazione è sempre controllata a bassa temperatura. Il vino affina su fecce fini. Segue una fase di affinamento in bottiglia.

Caratteristiche organolettiche:
Colore giallo paglierino chiaro con riflessi grigi
Profumo al naso è intenso ed offre sentori fruttati di mela, pera e fiori bianchi.
Sapore vino corposo con tannini setosi, sorso pieno, aromi intensi e persistenti al palato.

Abbinamenti gastronomici: ideale con pietanze a base di frutti di mare e crostacei. Esprime tutta la sua potenzialità abbinato con pesce di acqua dolce e salata.

Grancare DOCG 100% Greco di Tufo

Colore giallo paglierino vispo e carico nel bicchiere, screziato appena da riverberi verdolini. L’impatto olfattivo fa da apripista a profumi fruttati di albicocca, pesca, mela, pera e pompelmo in modo particolare. Spunti odorosi floreali di caprifoglio e di gelsomino, amalgamati poi insieme a sussurri vegetali di buona sostanza. Pervasive le folate speziate di zenzero, cannella e chiodi di garofano. Palato scattante, dinamico, corroborante, vitale, agrumato e strutturato. Pungente l’acidità come lama di coltello. Timbro elegante, seducente, sapido e stimolante, che anticipa un finale tonico, fine, elegante ed intenso. Vino molto serbevole. Su un piatto di spaghetti alle vongole e mozzarella di bufala.

Zona di produzione: vigneti situati nella zona collinare della denominazione del Greco di Tufo

Tipolgia terreno: argilloso con elementi vulcanici

Vinificazione: le uve sono raccolte a mano in cassette da 20 Kg, in cantina, dopo una severa selezione, vengono versate intere nella pressa. Il fiore viene illimpidito a freddo. Durante la fermentazione alcolica, la temperatura è mantenuta bassa.

Caratteristiche organolettiche:
Colore giallo intenso con sfumature dorate
Profumo complessità aromatica di frutti bianchi e agrumi con una nota minerale
Sapore pieno, ricco con lunga persistenza al palato

Abbinamenti gastronomici: indicato per accompagnare piatti sapidi a base di pesce e crostacei, primi elaborati con tartufi e funghi, piacevole con carni bianche. Va servito alla temperatura di 10 ° C.

Rosato Vela Vento Vulcano 100% Aglianico

Zona di produzione: vigneti di proprietà situati nella zona collinare dei comuni di Luogosano e Sant’Angelo all’Esca

Tipolgia terreno: argilloso – calcareo

Vinificazione: le uve raccolte al giusto grado di maturazione, vengono pigiate e fatte macerare a bassa temperatura. Segue la pressatura soffice e la trasparenza del mosto a freddo che viene fatto fermentare a temperatura controllata.

Caratteristiche organolettiche:
Colore rosa corallo
Profumo fiori rossi di campo, sentori di marasca e fragole selvatiche
Sapore secco, morbido, sapido e persistente

Abbinamenti gastronomici: si abbina ad antipasti, primi piatti poco strutturati, zuppe di legumi e verdure, carni bianche e cucina di mare. Temperatura di servizio 12°C.

Un vino molto versatile, con aperitivo, pizza, a tutto pasto.

Santo Stefano Irpinia Campi Taurasini D.O.C. 100% Aglianico

Esaltante il bel colore rosso rubino concentrato e luminoso. Gradevoli suadenze fruttate di amarena, susina, mirtilli e ribes. Elegiache poi le odorose e variegate sussistenze speziate, floreali e vegetali, che come tessere vanno a completare il  mosaico olfattivo, insieme con afflati balsamici, tostati, tabaccosi e liquiriziosi. Sorso  morbido e vellutato e che tiene sotto controllo una trama tannica superba sì, ma già avviata sulla via della perfetta evoluzione. La percezione palatale è contrassegnata da un armonico equilibrio che affastella tutte le componenti gustative. Retroaroma profondo e lungo. Abbinamento pluralistico. Elevata complessità aromatica e struttura che ne consente un lunghissimo invecchiamento.

Zona di produzione: vigneti di proprietà nel comune di Luogosano, località Carazita. Terreni collinari a 350 mt./s.l.m. esposti a sud-est

Tipolgia terreno: argilloso – calcareo

Vinificazione: le uve raccolte al momento della completa maturazione, vengono subito trasportate in cantina, dove subiscono un’accurata selezione, prima di essere diraspate. Segue una macerazione a freddo per ottimizzare l’estrazione di aromi fruttati ed antociani con successiva fermentazione a temperatura controllata. A fine fermentazione, il vino viene sistemato in barriques di rovere francese, dove affina per 10 mesi.

Caratteristiche organolettiche:
Colore rosso rubino intenso
Profumo frutti di bosco e amarene con corredo aromatico complesso di spezie e liquirizia
Sapore dotato di buon corpo, completo al gusto con tannini maturi ed eleganti

Abbinamenti gastronomici: si accompagna bene a cacciagione, selvaggina e formaggi stagionati. Va servito ad una temperatura di 18°-20°C. La bottiglia va stappata un’ora prima di servirla

 

Opera Mia 100% Aglianico

Veste cromatica segnata da un colore rosso rubino pieno e vivido. Spettro aromatico ricco di un generoso ed incantevole pot pourri, fatto di tante frazionate e nitide profumazioni. La parte del leone è appannaggio della componente fruttata, insieme con quella speziata: prugna, mora selvatica, pepe nero, zenzero e noce moscata in special modo. Da non sottovalutare sbuffi di violetta, carrube, balsamo, corteccia di eucalipto, erbe officinali, incenso e tabacco essiccato, guizzi sapidi, minerali, cenerini e tostati. In bocca fa il suo ingresso un sorso genuino, secco, potente, esuberante e tagliente. Calibrata la trama tannica, già in parte smussata da un modulato uso del legno piccolo. Silhouette espressiva, austera, composita ed imponente. Nel complesso si tratta di un vino ancora in piena fase di spinta, ma che già dimostra tutto il suo enorme potenziale.

Zona di produzione: vigneti di proprietà sul versante Sud della collina di Pesano e Carazita, nella zona della denominazione del Taurasi D.O.C.G.

Tipolgia terreno: argilloso – calcareo

Vinificazione: le uve raccolte a mano durante la prima decade di novembre, vengono selezionate in cantina. Parte una macerazione pre-fermentativa a freddo per ottimizzare l’estrazione di colore ed aromi fruttati. Segue la fermentazione alcolica con una lunga macerazione delle bucce. In seguito il vino viene travasato in barrique di rovere francese per almeno 12 mesi e in bottiglia per altri 12 mesi.

Caratteristiche organolettiche:
Colore rosso rubino intenso con riflessi aranciati
Profumo aromi che ricordano la mora, il ribes, amarena matura con piacevoli note speziate e vaniglia
Sapore morbido completo al gusto con tannini vellutati

Abbinamenti gastronomici:
Si accompagna particolarmente bene con piatti di carni arrosto, selvaggina e formaggi a pasta dura. Va servito ad una temperatura di 16-18°C. Stappare la bottiglia prima di servire.

La Loggia del Cavaliere 100% Aglianico

Il bicchiere è tinto da un colore rosso granato concentrato e luminoso. Lo sfaccettato corredo aromatico si propone con estrema determinazione al naso, dispiegando voluttuosamente un caleidoscopico bouquet. Nel variegato crogiolo si possono così aspirare eterei rimandi odorosi di frutta della pianta e del sottobosco, sospiri floreali di rosso vestiti e tratti di spezie orientali di buona costumanza. In appresso risaltano anche echi di zolfo, funghi, goudron, grafite, ginepro, caffè torrefatto e cioccolato fondente. L’approccio del sorso in bocca è di quelli che non si possono dimenticare, perché lascia sicuramente il segno. Profonde le irradianti vibrazioni, che determinano una tensione palatale calda, centrata, dinamica, armonica, rotonda, maestosa ed opulenta. Niente o quasi astringenza. Freschezza piena. La chiusura è voluminosa ed accattivante da vero fuoriclasse. Longevità tutta da scoprire, di questo vino caratteriale, tridimensionale, profondamente territoriale e che rivendica a buon diritto una personalità molto originale. Agnello al forno e formaggi bene stagionati.

Zona di produzione: vigneti di proprietà dislocati nella migliore esposizione della Tenuta, nel cuore della denominazione del Taurasi D.O.C.G.

Tipolgia terreno: argilloso – calcareo – collinari a 450 – 490 mt/s.l.m.

Vinificazione: le uve sono raccolte a metà novembre. Dopo una re-macerazione a freddo segue la fermentazione alcolica con macerazione prolungata. Continua il suo affinamento in barriques con bâtonnage per almeno 18 mesi. Segue un ulteriore fase di affinamento di oltre 12 mesi

Caratteristiche organolettiche:
Colore rosso intenso con riflessi mattone
Profumo complessità aromatica con sentori di frutti rossi maturi, amarena sotto spirito e spezie
Sapore vino corposo con tannini setosi, sorso pieno ed aromi intensi e persistenti al palato.

Abbinamenti gastronomici: tutta la cucina succulenta e strutturata, grandi piatti regionali a base di carni e sughi complessi. Ottimo abbinamento con i formaggi stagionati. Temperature di servizio 18-20 °C.

Sede a Luogosano (Av) – Via Pietà 137
Tel. 0827 73766 – Cell. 349 3172480
www.tenutacavalierpepe.it

Taste Hunter GC……………………

Riflessioni Finali
Cari miei amici di VIPLANDIA…La valutazione complessiva della produzione di piacevolezza livellati verso l’alto presenta in articolata serie la Tenuta Cavalier Pepe. Gli spumanti di ottima spuma con perlage di buona finezza e persistenza, i bianchi associano morbidezza a potenza, concentrazione a fragranza in un ambito di vivida purezza varietale espressiva concessa dalla rispettosa enologia di trasformazione. E i rossi sfoggiano un binomio concentrazione suadenza che compone equilibratamente la loro ben tannica complessione. Di eccellente caratura il Fiano D’Avellino Brancato, suadente e speziato, il Grancare Greco di Tufo Docg spicca fra i bianchi per la densità espressiva. Eccellente Opera Mia Taurasi ma di gran potenza balsamica il Taurasi Riserva La Loggia del Cavaliere come miglior tasting insieme al Santo Stefano Irpinia Campi Taurasini Doc con morbidezza pastosa da grande Amarone, un vino di persistenza di mora balsamica eccezionale….Bere per credere questo è il mio consiglio che do a tutti miei amici di avventura e bere i vini della Tenuta Cavalier Pepe sarà un’ottima scelta per rendere serate importanti e piacevoli….a presto per nuove ed interessanti avventure…Cin…Cin!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.