Taste Hunter&Smart Wine + Chief Content Officer

“La vita ha valore se si vive per qualcuno e per qualcosa. Noi abbiamo il dovere di dare valore alla vita”
“Toto’ Cuffaro”

Salvatore Cuffaro

Cari winelovers di VIPLANDIA…a chi mi segue nelle mie numerose avventure era da tempo che desideravo raccontare una storia unica e sorprendente e credo che sia arrivato il giusto momento per offrirla a tutti gli amici di che mi seguono e amano il vino. Quella che stiamo per raccontare è la storia di un uomo che prima di diventare vignaiolo è stato un Grande politico siciliano. Si tratta proprio dell’azienda di Salvatore Cuffaro, conosciuto come Totò, l’ex governatore siciliano che dopo una brutta avventura giudiziaria finita nel 2015, ha deciso di riprendere la vecchia tradizione agricola di famiglia mai abbandonata e che a ha sempre amato. Ex presidente della Regione siciliana e oggi filantropo, uomo che segue attivamente con amore e dedizione una mission in Burundi per portare benessere, piantare vigne e creare un lavoro ai ragazzi residenti che sono costretti a fare più di 50Km per approvvigionarsi di acqua potabile da bere.

I bambini della Missione in Burundi

Parliamo di Totò Cuffaro come uomo, amico personale che stimo e rispetto è un uomo divertente, un oratore nato, una persona dalla battuta pronta e di grande umorismo e oggi si dedica alla gestione di un’azienda agricola di circa 100 ettari a San Michele di Ganzaria. La nascita della sua azienda risale a più di un secolo e mezzo fa, quando nel 1860 fu edificato un casale all’interno di un baglio circondato dalle case dei fattori.In seguito fu restaurato e arredato mantenendo le caratteristiche primarie con uno stile di eleganza e sobrietà. All’interno del baglio circondato dalle case dei fattori sorge il vecchio casale di famiglia, tradizionale ed accogliente, testimone di secoli di storia il cui sapiente restauro ed arredamento è stato curato dalla Signora Giacoma Chiarelli moglie di Toto’, nel pieno rispetto dell ‘ identità territoriale e delle tradizioni di famiglia. La tenuta di 100 ettari situata ai margini di un bosco secolare, accoglie i vigneti, gli oliveti, i ficodindieti e le coltivazioni di zafferano, capperi, finger lime e tappeto erboso per uso ornamentale e sportivo, fiore all’occhiello dell’azienda.

Tenuta

In passato lasciato ad un periodo di totale abbandono, tanto che ormai la produzione trattava esclusivamente fichi d’India, nel 1999 Totò Cuffaro la rilevò e investì parecchio denaro di famiglia per rimetterla in sesto e farla diventare quella che oggi è diventata una splendida tenuta & spa. La parte principale è dedicata alla produzione vinicola, seguita sin dall’inizio dall’enologo Donato Lanati. Le uve allevate sono grillo, chardonnay, traminer, viognier, merlot, nero d’Avola, petit verdot ed un raro vitigno il tempranillo.

Salvatore con la figlia IDA…la nuova generazione!

Siamo a un’altitudine che va da 350 a quasi 500 metri slm, i suoli sono principalmente sabbiosi, per questa ragione è prevista l’irrigazione di soccorso nei periodi particolarmente siccitosi. L’azienda dispone anche di un resort, Casale Santa Ida, ricavato dalle vecchie case dei fattori, con 12 camere, una piscina e una spa dove è possibile effettuare anche la wine therapy. Totò Cuffaro conta anche sul supporto dei figli Ida e Raffaele, attualmente producono circa 100 mila bottiglie, ma le potenzialità di crescita sono enormi e si lavora in biologico (certificato con la vendemmia 2018) e con l’intento di rendere la cantina del tutto autosufficiente.

Veduta del bellissimo Resort 

La Tenuta Cuffaro è situata in Contrada Consorto a San Michele di Ganzaria. Un panorama di dolci rilievi e un prato di papaveri, accolgono il visitatore e fanno da cornice vibrante. E’ la Sicilia più vera i cui colori rimandano la mente nell’aspetto più genuino di una terra sospesa tra il cielo e il silenzio di una campagna in cui l’Etna domina l’intero paesaggio. All’ interno del baglio circondato dalle case dei fattori, sorge dal 860, il vecchio casale di famiglia, sobrio, austero ed accogliente. Le favorevoli condizioni climatiche, le notevoli riserve d’acqua e la fertilità dei suoli che risente fortemente della vicinanza del vulcano favoriscono le colture aziendali e fanno della Tenuta un preciso riferimento nel territorio.

La chiesetta privata nella Tenuta di Santa Ida

LA TENUTA

La Tenuta Cuffaro,nel comune di San Michele di Ganzaria, si trova al centro di un’area di grande interesse archeologico. A soli 9 km di distanza,è ubicata PIAZZA ARMERINA. La Villa del Casale era la residenza di caccia di Massimiliano Erculeo, collega di Diocleziano nella gestione dell’Impero romano. I suoi pavimenti mosaico sono famosi in tutto il mondo perchè ritenuti i più estesi ed affascinanti mai realizzati in epoca romana. CALTAGIRONE distante solo 15 km è nota nel mondo per l’antica produzione artigianale della ceramica che ancora oggi impegna molte risorse e costituisce un riferimento importante del territorio.

Veduta del bellissimo Resort

L’arte della maiolica che qui ha avuto origine in epoca musulmana e normanna non si è mai spente nel corso dei secoli. L’antica città MORGANTINA, sicula e greca è distante circa 10 km. Gli importanti scavi sinora compiuti consentono di seguire lo sviluppo dell’insediamento per un periodo di circa un millennio dalla preistoria all’epoca romana. L’area visitabile conserva resti della metà del V secolo alla fine del I secolo a.C., il periodo di massimo splendore della città. Il sito archeologico di BUBBONIA,si trova circa 6 km dalla Tenuta; la scoperta dell’insediamento è dei primi del 900’.Gli scavi effettuati sull’acropoli hanno riportato alla luce importanti resti. E’ probabile che si tratti dell’antica Maktorion citata più volte da Erodoto.

Magnifici grappoli di tempranillo

I VIGNETI

I lunghi e magnifici filari della tenuta

Si può ammettere che i vini prodotti dai vigneti della Tenuta Cuffaro sono unici per concentrazione e per le tante sfumature di gusto dovute al suolo, al sole e alla luce, che raggiungono un ‘intensità difficilmente riscontrabile altrove. Questo patrimonio ultra millenario fatto di storie e tradizioni si rispecchia nelle piantumazioni di vigneti a controspalliera che producono Chardonnay, Grillo, Merlot, Nero D’Avola, Petit Verdot, Traminer, Viognier.

Salvatore Cuffaro “Vignaiolo”

I vini sono prodotti in un’area territoriale ben definita e le loro caratteristiche enologiche ed organolettiche sono fissate a priori nei regolamenti di produzione. Ottimi vini come il Bianco di Pluzia che hanno colore paglierino talvolta con riflessi verdognoli con odore fine ed elegante, sapore armonico e delicato; il Rosso Euno dal colore di un rubino intenso a volte con riflessi violacei di profumo vinoso e di sapore asciutto e armonico.

DONATO LANATI: L’ENOLOGO  Salvatore ha voluto dare un contributo Speciale per produrre i suoi vini avvallendosi della prestigiosa professionalità dell”enologo di fama internazionale Donato Lanati. Si è conquistato la fama di enologo scienziato perché il suo metodo di lavoro si avvale del suo centro di ricerca Enosis che lui stesso ha realizzato con il quale tende a raggiungere nei vini elevate qualità con approccio scientifico. Donato Lanati da Voghera, un personaggio che si fa fatica a definire enologo (perché, in realtà, è un intellettuale del vino, un po’ scienziato e un po’ genio del marketing, bravissimo tecnico e bravissimo comunicatore, appassionato e competente) ha trasformato nell’unico centro di ricerca indipendente sul vino esistente in Italia, qualcosa che somiglia ai centri studi dell’Università di Bordeaux e Montpellier, se si vuole avere un’idea delle sue competenze. E’ stato premiato con l‘Oscar del vino nel 2015.

L’AZIENDA

Veduta della Tenuta Santa Ida

Al centro della Sicilia fra Aidone, San Cono e Piazza Armerina, più precisamente in Contrada Consorto a San Michele di Ganzaria c’è il Casale Santa Ida, circondato da un grande vigneto, da un uliveto e da una notevole coltivazione di fichi d’india.

l’immensa Tenuta

Una distesa verde a perdita d’occhio con al centro un antico casale “acquistato 25 anni fa, quando non ero neanche assessore“, (tiene a sottolineare), che funge anche da resort per turisti provenienti da vari Paesi del mondo con tanto di piscina, spa e fattoria didattica. “Qui sottolinea Cuffaro vengono spesso a trovarci le scolaresche che possono ammirare alcuni rari animali fra cui il cane pastore siciliano, la capra girgentana o una razza di asini fra le più antiche proveniente dalla Palestina.

L’immensa Tenuta

“La prima cosa che ho fatto quando comprai questo luogo spiega è stato costruire la cappella. Perchè prima bisogna costruire la casa del Signore che è la casa di tutti, e poi la nostra. E mi gratifica moltissimo sapere che posso prendere l’Eucaristia nella mia chiesetta con quelle persone che vengono qui appositamente a trovarmi”.

La vendemmia a mano

In questo luogo l’ex presidente della Regione Siciliana sta facendo fruttare la sua passione per la terra: “Faccio l’agricoltore e mi serve per vivere e avere qualcosa in cui potermi realizzare: ci metto la stessa passione che ci mettevo quando facevo politica. Credo che la vita vada vissuta sempre così per come ti si propone, perchè la ricompensa che ti dà è vivere. Penso di fare un buon olio e un buon vino e degli ottimi fichi d’india. Ho quasi 40 ettari coltivati a fichi d’india e adotto il metodo della scozzolatura, che si fa a giugno, e consiste nel togliere il primo fiore;

Coltivazioni di fichi d’India pregiati della Tenuta detti”Bastardoni”

il risultato è che invece di maturare a luglio o agosto, il fico d’india matura dopo e così nasce il cosiddetto bastardone di sicilia. 24 ettari sono coltivati a vigneto, con molti vitigni, fra cui un vitigno particolare che si chiama “tempranillo”, che mi fu regalato da una famiglia spagnola che aveva prodotto vino in Sicilia nell’Ottocento.

Casale Santa IDA

Questa famiglia continua ancora oggi a fare vino in Spagna e mi ha regalato diecimila piante di tempranillo, che è un vitigno che proveniva proprio dalla Sicilia e che in Spagna ha fatto la sua fortuna. Produciamo anche olio e piante aromatiche, timo, origano e alloro. Inoltre qui ottengo dell’ottimo zafferano, che sboccia da fine novembre a metà dicembre e tutte le mattine bisogna alzarsi alle sei per staccare il fiore e poi lavorarlo”. Come si diceva, la Tenuta Cuffaro è anche una fattoria didattica: “Abbiamo scelto di tenere animali siciliani, perchè li facciamo conoscere ai nostri bambini.

La pregiata Capra Girgentana

La capra girgentana è l’unica capra autoctona siciliana ed è stata importata in Sicilia dai Greci. E’ la capra che allattò Giove, la famosa Amaltea. I Greci conoscevano infatti le proprietà proteiche del suo latte, che somiglia molto a quello materno ed ecco perchè questa era la capra che allattava Giove: noi per capirlo ci abbiamo messo tremila anni e i Greci avevano già allora queste conoscenze.

Asinelli di Gerusalemme

C’è anche un asino non strettamente siciliano: è la razza asinina con cui Gesù il giorno delle Palme entrò a Gerusalemme. Poi qui abbiamo i cani, una razza autoctona, che è il pastore siciliano (il famoso cane di mannara), introdotto dai fenici.

Cane di Mannira

E’ un cane straordinario e siamo riusciti a farlo tornare nella sua purezza”. Questa tenuta è anche una struttura ricettiva, “perchè osserva Cuffaro fare l’agricoltore e tenere un’azienda agricola in equilibrio è molto difficile: qui ospito persone che vengono da tutto il mondo, svedesi, tedeschi, spagnoli, austriaci, statunitensi, polacchi, ecc.. Godono di questo angolo meraviglioso di Sicilia, questi luoghi sono il cuore di una Sicilia profonda dove permangono ancora tradizioni antiche, dove è passata la storia e dove si vive serenamente, perchè non ci sono rumori, non c’è inquinamento, né acustico e né luminoso”.

La dura esperienza del carcere ha fatto cambiare radicalmente il modo di vivere e i valori della la vita di Salvatore Cuffaro, oggi dignitoso ed intraprendete agricoltore e vignaiolo. “Quando facevo politica per i miei figli non c’ero mai. Il carcere mi ha fatto pagare un prezzo, mi ha fatto soffrire perchè non potevo stare vicino ai cari e non ho neanche potuto raccogliere l’ultimo respiro di mio padre che moriva. Questa è stata una grande lezione che mi ha dato il carcere e ha riordinato la priorità dei miei valori. Per questo in carcere insieme alla sofferenza, ho ritrovato la speranza e la voglia di vivere”.

Salvatore il “Vignaiolo”

I vini della Tenuta Cuffaro tra i quali c’è anche Euno, nome ispirato dalla storia dello schiavo siciliano che si ribellò ai romani, perdendo la sua libertà e che vuole essere, secondo l’ex presidente della Regione Siciliana, una trasposizione della sua storia. Importanti sono i rossi della tenuta come il suo Etna Rosso coltivato nelle terre dell’Etna, così come il “Bianco di Ida”, ispirato al nome della madre rivista solo dopo la sua scarcerazione e il Paracleto, altro vino rosso.

Grappoli pregiati di Tampranillo

L’ex governatore ha voluto raccogliere gli amici per far assaggiare il frutto della nuova idea ai quali si aggiunge lo spumante rosato “Lele”, coltivata negli ultimi anni, attraverso la passione dell’agricoltura, radicata nell’infanzia di Cuffaro. Intanto l’ex presidente della Regione Siciliana non ha dimenticato l’altra sua passione da osservatore esterno: la politica che pur essendo la prima passione deve far spazio ai vini, la nuova rinascita di Totò Cuffaro.

Salvatore con Andrea Albano giovane ed intraprendente DC.

LELE ROSÉ VINO SPUMANTE BRUT

Lele Rosè rappresenta la linea della vita. Questo spumante è dedicato alla bellezza dell’amore. Prodotto da uve a bacca rossa. La successiva spumantizzazione gli conferisce un perlage setoso, delicato con un gusto fragrante e fresco. Un vino ideale per i momenti spensierati.

ABBINAMENTI: Ottimo come aperitivo e con piatti a base di pesce e crostacei
VARIETA’: Nerello Mascalese
ZONA DI PRODUZIONE: Etna nord
VINIFICAZIONE: In acciaio alla temperatura di 14-16° C
AFFINAMENTO: In acciaio per circa 4 mesi.

BIANCO DI IDA VINO FRIZZANTE I.G.P. TERRE SICILIANE

Vino bianco frizzante ottenuto con uve Grillo e Zibibbo. Fresco e profumato, prende il suo aroma dalle piante di Zafferano che avvolgono le vigne della tenuta coltivate con il sorriso.

ABBINAMENTI: È il classico vino conviviale, adatto agli aperitivi
ed ai pasti a base di pesce, anche crudi e frutti di mare.
VARIETA’: Grillo e Zibibbo
ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-orientale nel territorio di San Michele di Ganzaria
VINIFICAZIONE: In acciaio alla temperatura di 14-16° C
AFFINAMENTO: In acciaio per circa 4 mesi.
Seconda fermentazione in autoclave sistema Martinotti.

PLUZIA DOP – SICILIA

Pluzia, antico nome di Piazza Armerina, contiene i sapori del Traminer, il profumo dei campi di papavero rosso, dei frutti di bosco e di eucalyptus che avvolgono il vigneto coltivato con passione e amore. Dal colore giallo paglierino, rileva il suo grande carattere aromatico, con una struttura armoniosa che ne fa un vino fresco ed elegante.

ABBINAMENTI: Crudi di pesce, primi piatti gourmet a base di pesce e crostacei, tonno rosso, sushi e sashimi.
VARIETA’: Traminer
ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-orientale nel territorio di San Michele di Ganzaria
VINIFICAZIONE: In acciaio alla temperatura di 14-16° C
AFFINAMENTO: 4 mesi in vasca- 3 mesi in bottiglia

GANIMEDE DOP – SICILIA

Ganimede, personaggio mitico, coppiere della mensa degli dei, giovane dalla bellezza perfetta. Vino bianco ottenuto con uve Chardonnay e Viogner, fresco e profumato. Prende l’aroma dalle piante officinali che avvolgono il vigneto della tenuta.

ABBINAMENTI: Crudi di pesce, fritture e insalate gourmet. Primi piatti di pesce
o semplicemente da apertura all’aperitivo.
VARIETA’: Chardonnay e Viogner
ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-orientale nel territorio di San Michele di Ganzaria
VINIFICAZIONE: In acciaio alla temperatura di 14-16° C
AFFINAMENTO: 2 mesi in vasca-3 mesi in bottiglia

ETNA BIANCO DOP – SICILIA

Fresco, profumato, altero. Porta con se gli aromi, i misteri e i sogni della montagna sacra. Vino bianco che nasce sulle pendici del vulcano più grande d’Europa, patrimonio UNESCO. In un terreno fertile e ricco di sali minerali, dove il sole e il clima fanno si che, da varietà di uve come il Carricante, si generi un vino tipico delle terre dell’Etna, fresco ed elegante con straordinari sapori e colori, dai profumi floreali e note agrumate.

ABBINAMENTI: Tutti i tipi di pesci, in particolare molluschi ed affumicati. Temperatura di servizio 10° C
VARIETA’: Carricante
ZONA DI PRODUZIONE: Etna nord
VINIFICAZIONE: Pressione soffice, contenitore di fermentazione: acciaio N. giorni 15 alla temperatura di 16-18° C. Fermantazione malolattica: No.
AFFINAMENTO: In bottiglia 30 giorni

ETNA ROSSO PHILOTES – D.O.P. SICILIA

Vino ottenuto dalle vigne di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio, coltivati nelle terre di origine vulcanica. Vino di grande struttura, caldo e vellutato, invecchiato nelle botti di rovere di Slavonia. Indicato per arrosti di carne rossa e selvaggina.

AL GUSTO: Arrosti di carne rossa e selvaggina. Ottimo sui formaggi stagionati.
VARIETA’: Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio
ZONA DI PRODUZIONE: Terre di vulcano Etna. Castiglione di Sicilia
VINIFICAZIONE: In acciaio alla temperatura di 18-20° C
AFFINAMENTO: 6 mesi in vasca – 6 mesi in bottiglia

EUNO D.O.P. – SICILIA

Euno, schiavo di Sicilia che si ribellò ai romani da cui il nome della città di Enna. Il Nero d’Avola e il Petit Verdot, dal colore rosso intenso, con riflessi rubino, dallo spettro aromatico di grande complessità e sentori di frutta rossa matura e spezie, ricordano la passione di libertà del guerriero, resa più forte dalle terre assolate della contrada Consorto. Al gusto rileva grande eleganza e presenza di tannini morbidi e gentili.

ABBINAMENTI: Carni rosse succulente, primi piatti di pasta e risotti a base di legumi e ragù di cernia.. Ottimo sui formaggi erborinati o stagionati.
VARIETA’ : Nero d’Avola e Petit Verdot
ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-orientale nel territorio di San Michele di Ganzaria
VINIFICAZIONE: Fermentazione in acciaio alla temperatura di 18-20° C per 10-12 giorni
AFFINAMENTO: 6 mesi in vasca- 3 mesi in bottiglia

FLAMI D.O.P. – SICILIA

Vino rosso ottenuto con uve Nero d’Avola, Petit Verdot e Tempranillo. Caldo e vellutato, presenta un’intenso bouquet dai profumi di frutta rossa e fichi d’india che abbracciano le vigne.

ABBINAMENTI: Carni bianche e rosse non molto succulente, primi piatti di pasta e risotti a base di verdure, legumi e pesce. Ottimo su formaggi erborinati o di media stagionatura
VARIETA’: Nero d’Avola, Tempranillo e Petit Verdot
ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-orientale nel territorio di San Michele di Ganzaria
VINIFICAZIONE: Fermentazione in acciaio alla temperatura di 18-20° C per 8-9 giorni
AFFINAMENTO: 4 mesi in vasca – 3 mesi in bottiglia

PARACLETO D.O.P. – SICILIA

Paracleto: consolatore, dà sollievo morale e insegue la speranza. Vino di Petit Verdot, coglie i profumi e prende i sapori della montagna di Ganzaria. Ha la forza e il desiderio della terra degli Erei.

ABBINAMENTI: Primi piatti di pasta, di legumi, funghi, ragù, risotti allo zafferano e verdure. Buono sui formaggi.
VARIETA’: Petit Verdot
ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-orientale nel territorio di San Michele di Ganzaria
VINIFICAZIONE: In acciaio alla temperatura di 18-20° C
AFFINAMENTO: 4 mesi in vasca – 5 mesi in bottiglia

VIGNA PERSA NERO D’AVOLA

Vino rosso ottenuto dalla vinificazione delle uve rosse stramature prodotte nei vecchi ceppi della “Vigna Persa”. Alla vista regala un bel rosso intenso. Al naso, i sentori fruttati richiamano alla mente la ciliegia matura, la prugna e la marasca. La bocca è morbida e di grande corpo. È un vino eclettico ed istrione che ci riporta al desiderio delle cose lasciate nella memoria del tempo.

ABBINAMENTI: Carni rosse, primi piatti a base di ragù di cernia e succulenti.
Ottimo sui formaggi stagionati. Si accompagna benissimo con dolci.
VARIETA’: Nero d’Avola
ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-orientale nel territorio di San Michele di Ganzaria
VINIFICAZIONE: Appassimento sui graticci in cantine e all’aria.
Fermentazione nelle botti di legno.
AFFINAMENTO: 6 mesi nelle botti – 12 mesi in bottiglia

GRAPPA POMPEA

Dalle uve rosse di Nerello Mascalese, uno dei più rinomati vitigni dell’Etna, selezioniamo le migliori vinacce ottenendo un prodotto estremamente morbido e pulito.

ZONA DI PRODUZIONE: Etna nord
VARIETÀ: Nerello Mascalese
FORMATI: 0.50L

GIACOMA DISTILLATO AI FICHI D’INDIA

Distillato ai Fichi d’India di San Cono, presenta delicate note fruttate e un retrogusto delicato e avvolgente.

ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-orientale nel territorio di San Cono
PROVENIENZA FICHI D’INDIA: San Michele di Ganzaria
FORMATI: 0.50L

CONSORTO OLIO EXTRA-VERGINE D’OLIVA – BIO

Olio di coltivazione limitata di Nocellara dell’Etna e Tonda Iblea.
Bottiglie di qualità destinate al circuito della ristorazione di pregio.

VARIETA’ OLIVE: Nocellara dell’Etna e Tonda Iblea
ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia sud-orientale nel territorio di San Michele di Ganzaria
BIOLOGICO: Estratto a freddo
FORMATI: 500ml

https://stream24.ilsole24ore.com/video/italia/la-nuova-vita-toto-cuffaro-politico-produttore-vini/AB0s0QmB

www.ilsicilia.it/a-bar-sicilia-un-inedito-cuffaro-agricoltore-fra-vino-olio-e-prodotti-della-sua-tenuta-video/

Indirizzo: Contrada Consorto SNC, 95040 – San Michele di Ganzaria (CT)
Cell: +39 328 2490317
Sito: www.tenutacuffaro.com
Email: tenutacuffaro@gmail.com

Gianfranco Cinardi – Taste Hunter & Smart Wine Italy
Le mie riflessioni: se è vero che il vino racconti il territorio, la storia e lo stile di chi lo produce i vini della Tenuta Cuffaro Casale Santa Ida di Salvatore Cuffaro sono indubbiamente da vivere, gustare e parlarne! Sono vini fatti da un grande enologo ma che hanno la qualità, l’idendità e la personalità di chi ha vissuto una vita e un’esperienza mai fatta nella vita da altri!…suggerisco ad ogni winelovers e millenials che si rispetti di visitare e vivere la bellissima tenuta e conoscere e assaporare i vini di Totò Cuffaro perchè sono vini che rispecchiano ad essere unici perchè racchiudono in sè la sofferenza, il cuore e la rinascita di un uomo siciliano rinato agricoltore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.