Vino Biodinamico della Cantina Duemani 10 ettari di Natura come protagonista

Studente di enologia all’università di Pisa, 21 anni e fondatore di @italian_wines, un portale su Instagram dedicato ai vini italiani

La Costa Toscana

Dopo aver assaggiato molti vini interessanti della zona della Costa Toscana ho deciso di addentrarmi alla scoperta di questo affascinante territorio e sono quindi andato a visitare Duemani, una piccola cantina che produce vini di eccellenza a Riparbella.

La Costa Toscana è una zona ormai nota per essere sede di importanti aziende vitivinicole che hanno saputo sfruttare al meglio il terroir coltivando vitigni internazionali e riuscendo a dargli un’impronta del territorio.

tini in cemento

Duemani

In questa cornice si inserisce da protagonista Duemani, una cantina biologica e biodinamica con circa 10 ettari di vigneti posti ad un’altitudine di 250 sul livello del mare.

Questa realtà prende vita grazie a due persone: Elena Celli e Luca D’Attoma.

Elena si occupa della parte economica dell’azienda mentre Luca della parte enologica essendo (per chi non lo sapesse) uno dei più importanti enologi italiani.

La nuova cantina, con la sala degustazione e i 3 ettari di nuove vigne di Cabernet Franc impiantate nel 2014 si trovano nel comune di Castellina Marittima.

Nella collina di fronte, nel comune di Riparbella, si trovano invece i 7 ettari dei vigneti originari.

E pensare che nel 2000 le analisi di preimpianto per questi vigneti davano i terreni come terre inadatte alla coltivazione della vite.

Grazie all’attenzione di Elena e Luca e al loro saper operare nel rispetto della terra oggi su quei terreni vengono coltivati il Syrah, Cabernet Franc e Merlot, producendo vini di eccellenza da esportare in tutto il mondo.

Qui le viti sono ad altissima densità (circa 8000 ceppi per ettaro) al fine di aumentare la superficie fogliare e produrre cosi uve di alta qualità.

vino cabernet franc duemaniCertificazione biodinamica

Come detto in precedenza Duemani è un’azienda biodinamica ed è una delle poche ad avere il certificato biodinamico Demeter.

Demeter svolge il suo controllo sulla produzione e sulla trasformazione dei prodotti certificati biodinamici.

Il principio del biodinamico si basa essenzialmente nel mantenere come protagonista la natura, permettendole di fare il suo corso e non arrecando ad essa nessun danno attraverso diserbanti o con altri trattamenti chimici (vengono usati quasi esclusivamente dei preparati biodinamici).

Con tanta cura in vigna e con uve di qualità serve solo l’attenzione a non alterare il prodotto in cantina ed ecco che si ottengono questi vini che rispecchiano e ripagano il duro lavoro.

Infatti un altro principio della biodinamica è quello di intervenire il meno possibile sulle lavorazioni del vino in cantina per cui non vengono effettuati aggiunte di lieviti o filtraggi.



leggi anche: Vino Vegano: la nuova frontiera dopo il bio



La Cantina

Visitando la cantina, oltre a notare dei tini in cemento in cui fermentano anche il Cabernet Franc, si trovano anche alcune anfore che vengono utilizzate allo scopo di affinare il vino.

Le anfore hanno la particolarità di non aggiungere alcun aroma al vino come invece può avvenire durante alcuni affinamenti in barrique.

Molto scenografica è stata anche l’anfora di cocciopesto di 37 ettolitri che è stata utilizzata per la prima volta quest’anno per affinare il Cabernet Franc.

anfora cocciopesto duemani

 

I Vini Duemani

 

Duemani produce 5 vini : Si, Altrovino, Cifra, Suisassi e il Duemani.

Ho avuto modo di assaggiare Altrovino, il Cifra e il Duemani.

In tutti e 3 i loro vini è presente il vitigno principe di questa azienda: il Cabernet Franc.

In Altrovino il Franc è unito al Merlot e risulta morbido, intenso e ampio a livello aromatico ed equilibrato nel gusto.

In Cifra il Franc è in purezza ed è infatti un vino fruttato e fresco con una perfetta armonia di sapori.

Infine il Duemani, Cabernet Franc in purezza frutto di una particolare selezione che lo rende il vino top dell’azienda: infatti risulta fruttato, equilibrato e molto elegante pronto anche per lunghi invecchiamenti.



Leggi anche: Cena Sotto le Stelle alla Fattoria Le Mortelle



Pensieri di fine giornata

Dire che avevo grandi aspettative può risultare arrogante come frase visto che resto pur sempre un signor nessuno, però sentendone parlare molto bene di questa cantina mi ero fatto molte idee e curiosità.

Queste idee e aspettative che mi ero fatto su di loro e sui loro vini sono stati pienamente rispettate: i loro vini sono risultati fantastici e dimostrano che nel biodinamico si possono produrre vini di alta gamma.

In quanto a curiosità, essendo uno studente di enologia, fa sempre piacere imparare qualcosa di nuovo sul biodinamico e su alcuni processi particolari come l’affinamento in anfora.

Vorrei concludere con una frase che ripetono spesso i miei professori e che durante questa esperienza si è confermata cioè che “il vino buono si fa in vigna, non in cantina”

Vino Cabernet della Cantina Duemani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *